Europe makers: Facilitating Youth

*foto: Elisa e Andrea, alla stazione degli autobus, aspettando i partecipanti dello youth exchange ThinkerINg

Print

Siamo arrivate a Lisbona il 15 Marzo e ripartite il 15 Aprile, dopo 1 mese di Job Shadowing (affiancamento lavorativo) con Check-IN, associazione Portoghese esperta di mobilità giovanile educazione non formale e progetti internazionali.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ci siamo messe in gioco, abbiamo imparato e condiviso competenze, ci siamo emozionate, abbiamo trovato nuovi amici e nuovi partner internazionali, abbiamo imparato i rudimenti del linguaggio internazionale dei segni, abbiamo visto la piccola e bella Beja, abbiamo scoperto un nuovo modo di gestire uno youth exchange, siamo cresciute, siamo cambiate e ora siamo pronte per nuove mirabolanti avventure!!

Grazie Check-IN team!!

Questo slideshow richiede JavaScript.

#Jobshadowing #Erasmus+ #KA1

Print

JOBSHADOWING: Europe makers – Facilitating Youth

DOWNLOAD THE APPLICATION

Andrea and I, of the association SE.M.I. in Italy, are in the middle of our Jobshadowing project in Check-In (Portugal).

We wish to share the application of the project, as well as our knowledge of this KA1 project within the Erasmus+ program.

Jobshadowing is an amazing opportunity for improvement for youth workers: it is a small project, with a small budget. More or less, the EU gives €1.000 grant per participant (which includes rent, food, everything). The project can last just a few weeks or 2 months and the goal is to learn how other associations work.

SE.M.I., for example, is a small and new Italian association, so we decided to apply for Jobshadowing in Chack-IN, which operates in the field of youth mobility since 2010.

Now, after 2 weeks of this project, we believe that it was a great choice. We had the chance to help Check-IN with the implementation of #ThinkerINg youth exchange, some local activities and we are now going to learn about the management of EVS projects and to write a youth exchange together.

What else? We now have not only one more reliable partner (Check-IN of course), but other partners from Estonia, Cyprus, Poland, Hungary as they participated in the youth exchange as partners!

If you are a youth worker and wish to improve you skills, or if you are part of a new association and wish to gain some experience and experienced partner… do jobshadowing!

It is the same application used for youth exchages, only difference is you have to select Mobility of youth workers instead of youngsters 😉

Best wishes, and good Jobshadowing to all!

Italiani, Portoghesi, Studenti, Professori

Sono arrivati a Lisbona il 19 e tornati in Italia il 23 marzo, i 42 studenti dell’Istituto Oriani di Faenza che hanno partecipato alla gita di Alternanza organizzata dalle Associazioni SE.M.I. (Faenza), Progetto Policoro (Faenza) e Check-IN (Lisbona).

Durante la gita, divisi in gruppi, i ragazzi hanno preparato eventi di raccolta fondi utilizzando il business model canvas, le loro conoscenze di social media marketing e di grafica. Hanno scoperto cosa significhi lavorare in team, come risolvere i problemi in modo collaborativo e come presentare un progetto in inglese.

Hanno imparato a muoversi in una grande città straniera, migliorato il livello di inglese, scoperto la cultura Portoghese e stretto nuove amicizie con gli studenti della scuola Manuel de Maia.

Avere unito la gita scolastica annuale all’alternanza scuola-lavoro in ambito interculturale ed Europeo ha permesso agli studenti di vivere un’esperienza formativa che è andata oltre al semplice turismo e ha permesso loro di prendere contatto con delle realtà culturali e sociali diverse, di scoprire le proprie passioni ed esplorare nuove vocazioni lavorative.

Il binomio servizio-apprendimento caratterizza i principi di educazione non formale promossi dall’Unione Europea, e la metodologia dell’imparare-facendo continua a dimostrare la sua efficacia.

Nel contesto europeo, il cui punto di forza è costituito dall’unione delle diversità (United in Diversity), il lavoro all’estero offre una possibilità di formazione e crescita personale che si concentra sul social learning. Contestualmente, l’alternanza scuola-lavoro vuole essere un’esperienza formativa innovativa che possa orientare in modo pratico le aspirazioni degli studenti, “perché l’unica risposta strutturale alla disoccupazione è una scuola collegata con il mondo del lavoro (Legge Buona Scuola)”.

L’associazione SE.M.I., in collaborazione con l’Istituto Oriani, Progetto Policoro e Check-IN, è fiera di aver portato a termine questo progetto, che ha richiesto un anno di preparazione completamente ripagato dai risultati ottenuti. Ancora una volta siamo rimasti increduli ed entusiasti dell’entusiasmo mostrato dai ragazzi, e torniamo a ribadire che multiculturalità e creatività, empatia e cura per l’altro, sono valori necessari a un’Europa migliore.