Call for participants! Mindfulness for Tolerance

Erasmus+ Training for Youth Workers
10th March – 19th March 2020 (including 2 days of travel)
Wisła, Poland

training for youth workers _Mindfulness for Tolerance_

Therefore, aims of this training for youth workers are as follow:

  • To equip youth workers with knowledge and practical skills of the Mindfulness
    technique.
  • To discuss and discover how Mindfulness can be used to stop ‘working on mental
    pilot’ thus combating stereotypes and prejudice towards people from other cultures
    and countries (e.g. immigrants).
  • To develop tools (lessons scenarios) for using Mindfulness for promotion of tolerance and cultural intelligence / cultural awareness.

Participant profile: 

  • Italian citizen or resident 
  • At least 20 years old 
  • Preferably has experience as a youth worker 

Are You interested? INFOPACK – Mindfulness for Tolerance 

APPLICATION FORM

Do You have any questions? write US – ina.sasnauskaite@gmail.com

 

URGENT! Call For Participants!

Attenzione, attenzione, c’è la possibilità di un’ esperienza memorabile!

In Bulgaria, a Lyaskovets dal 29 di Novembre fino al 5 di Dicembre 2019 ci sarà lo Youth Exchange, “Digital competences- key for youth employment” e cerchiamo 2 partecipanti italiani.

Forse questa è l’esperienza che tu aspettavi!

Nel progetto sono inclusi: – alloggio e cibo – costi del viaggio fino a 275,00 EUR – NO TAX

Se c’è qualcuno che vuol partecipare può compilare il modulo di domanda e invia un e-mail a: mladeji_lqskovec@abv.bg

Per più informazioni si può leggere l’Info-Pack.

Nuovi Arrivi!

Siete pronti per i nostri nuovi arrivi a Faenza?

Aspettiamo a Novembre i volontari Filandesi di Hyria, che si fermeranno un anno a Faenza con l’ Informagiovani!

Abbiano fatto il loro pre-departure training e ora sono un passo più vicino a Italia.

Non vediamo l’ora d’ incontrati!

Screen Shot 2020-03-10 at 14.23.14

Grazie alla BCC!

La BCC ha deciso di dare un contributo economico all’associazione SE.M.I., per portare avanti le attività locali e internazionali.

logobccfusione_2017_per video_rgb

Anche grazie a questo piccolo finanziamento, continueremo ad operarci per la mobilità giovanile, l’integrazione e la creatività 🙂

 

Italiani, Portoghesi, Studenti, Professori

Sono arrivati a Lisbona il 19 e tornati in Italia il 23 marzo, i 42 studenti dell’Istituto Oriani di Faenza che hanno partecipato alla gita di Alternanza organizzata dalle Associazioni SE.M.I. (Faenza), Progetto Policoro (Faenza) e Check-IN (Lisbona).

Durante la gita, divisi in gruppi, i ragazzi hanno preparato eventi di raccolta fondi utilizzando il business model canvas, le loro conoscenze di social media marketing e di grafica. Hanno scoperto cosa significhi lavorare in team, come risolvere i problemi in modo collaborativo e come presentare un progetto in inglese.

Hanno imparato a muoversi in una grande città straniera, migliorato il livello di inglese, scoperto la cultura Portoghese e stretto nuove amicizie con gli studenti della scuola Manuel de Maia.

Avere unito la gita scolastica annuale all’alternanza scuola-lavoro in ambito interculturale ed Europeo ha permesso agli studenti di vivere un’esperienza formativa che è andata oltre al semplice turismo e ha permesso loro di prendere contatto con delle realtà culturali e sociali diverse, di scoprire le proprie passioni ed esplorare nuove vocazioni lavorative.

Il binomio servizio-apprendimento caratterizza i principi di educazione non formale promossi dall’Unione Europea, e la metodologia dell’imparare-facendo continua a dimostrare la sua efficacia.

Nel contesto europeo, il cui punto di forza è costituito dall’unione delle diversità (United in Diversity), il lavoro all’estero offre una possibilità di formazione e crescita personale che si concentra sul social learning. Contestualmente, l’alternanza scuola-lavoro vuole essere un’esperienza formativa innovativa che possa orientare in modo pratico le aspirazioni degli studenti, “perché l’unica risposta strutturale alla disoccupazione è una scuola collegata con il mondo del lavoro (Legge Buona Scuola)”.

L’associazione SE.M.I., in collaborazione con l’Istituto Oriani, Progetto Policoro e Check-IN, è fiera di aver portato a termine questo progetto, che ha richiesto un anno di preparazione completamente ripagato dai risultati ottenuti. Ancora una volta siamo rimasti increduli ed entusiasti dell’entusiasmo mostrato dai ragazzi, e torniamo a ribadire che multiculturalità e creatività, empatia e cura per l’altro, sono valori necessari a un’Europa migliore.

Noi stiamo con la banca etica, e tu?

E così abbiamo aperto un conto, cioè: una carta conto. Con la banca etica. Perché è facile e non costa quasi niente. E sai una cosa ancora più interessante? (Perché in fondo ammettiamolo, che ti interessa che abbiamo aperto un conto?)

Tra parentesi adesso abbiamo un iban quindi se sei indecis* su chi/come/quando sostenere puoi risponderti: ma diamo una mano a quelle là dell’associazione SEMI, pare che ne abbiano bisogno! XP

IBAN: IT87 K 03599 01899 050188535444

Comunque, la cosa interessante è: Lo possono fare anche i privati. Si pagano 5€ di attivazione, costa 1€ al mese e si può anche comprare su internet.

… Se hai paura che la tua banca investa in armi… probabilmente lo fa. Magari senti quelli di banca etica che sono carini 😉

Ecco le info per privati dal sito www.bancaetica.it

Ricarica EVO è la carta conto prepagata evoluta, alla quale è associato un IBAN, che oltre alle operazioni di base aggiunge:

  • alcune le funzioni di un conto corrente, come bonifici e SDD – sulla tua carta puoi far accreditare lo stipendio, domiciliare le bollette, fare o ricevere bonifici;
  • l’accesso ai servizi degli ATM come una carta di debito, con possibilità di prelevare contante gratuitamente presso gli sportelli automatici di Banca Etica e in tutto il circuito delle Banche di Credito Cooperativo (per trovare lo sportello più vicino, clicca qui).
  • la funzione di acquisto online come una carta di credito.

È comoda, flessibile, ricaricabile e conveniente, perché ha un costo di emissione di 5 euro, un canone mensile di 1 euro e non prevede l’imposta di bollo.

Grazie alla collaborazione con Arci, è disponibile anche in versione “dedicata” e personalizzata con il logo di Arci. Tutte le volte che i clienti ricaricano la carta, Banca Etica destina 25 centesimi ai progetti di ARCI.

Per attivare Carta conto Ricarica EVO o Carta Ricarica EVO Arci, contatta la nostra Filiale o il Banchiere Ambulante più vicino a te (trovalo qui).

Ragazzi… ci siamo costituite!

Prima o poi dovevamo confessare, certe cose non le puoi tenere dentro troppo a lungo e quindi… abbiamo aperto un’associazione!

Non è stato un processo doloroso, e nemmeno lungo (grazie a Marzia e Denise di Per gli altri che ci hanno risolto tutte le questioni burocratiche). Ma forse è così che si fanno le cose a 30 anni: ci pensi, ti piace, lo fai.

Ci chiamiamo SE.M.I. (Seeds for More Interculture), siamo un’associazione di volontariato e vogliamo organizzare attività culturali e interculturali, creative e sociali, locali e internazionali.

Perché?

Perché le nuove idee nascono dal confronto e dal dialogo, perché la diversità è una grande ricchezza.

Perché il linguaggio e gli idiomi non costituiscano una barriera ma uniscano persone e siano strumento di cooperazione.

Perché il dialogo interculturale e la cittadinanza europea sono centrali nella nostra società in divenire.

img_1401_fotor_collage_fotor

statuto-associazione-semi-29092016

Domenica 2 Ottobre saremo in Piazza del Popolo a Faenza a girellare tra gli stand e presentare il nostro progetto!

Per saperne di più e/o collaborare: elisa.emiliani.86 @ gmail.com [presto avremo un’email ufficiale, promesso!]

stay tuned 😉